Non ci sono più camionisti: una sfida imminente per il settore delle consegne

Vuoi correre il rischio che la tua merce non venga consegnata?  Mettiti al riparo da questa emergenza che sta colpendo l’intero settore della logistica affidandoti a Logistics4You!

Il settore delle consegne professionali si trova di fronte a un problema sempre più urgente: la crescente mancanza di camionisti.

Secondo un rapporto dell’IRU, gli analisti di settore hanno affermato che se non verranno adottate misure, ci si aspetta che la carenza di autisti in Europa triplicherà entro il 2026 (il 30% in meno rispetto ad adesso).

Queste stime preoccupanti rappresentano una prospettiva disastrosa per tutte le imprese che dipendono dall’arrivo regolare e affidabile di merci via terra.

La mancanza di autisti, se non affrontata adeguatamente, potrebbe compromettere la tempestività e l’efficienza delle consegne di beni e materiali fondamentali per il funzionamento di numerose aziende.

E non è finita qui.

Il divario tra autisti in pensione e nuovi autisti è destinato a triplicare aumentando il tasso di posizioni non coperte per i conducenti di camion, arrivando a oltre il 60%.

E continuerà ad aumentare di oltre cinque volte per autisti di autobus e pullman, raggiungendo quasi il 50% entro il 2026.

Questo andamento preoccupante potrebbe portare a una carenza di oltre due milioni di autisti entro il 2026, impattando la metà dei movimenti delle merci e milioni di viaggi passeggeri.

La conseguenza imminente?

Potrebbe mettere a rischio l’intera logistica delle consegne, con possibili ripercussioni destabilizzanti sull’industria, mettendo a repentaglio la catena di approvvigionamento e la distribuzione delle merci su scala globale.

Uno scenario non esattamente roseo per la supply chain.

Il mercato europeo dei trasporti su strada, come evidenziato dai recenti dati pubblicati da The Upply, Ti & IRU nel primo trimestre del 2023, sta affrontando sfide significative.

Mentre alcuni problemi, come lo sviluppo dei camion e la riduzione dell’impatto ambientale, possono essere affrontati nel medio termine, al contrario la carenza di autisti è diventata un ostacolo difficile da superare.

Attualmente, il numero di autisti disponibili è inferiore alla necessità di almeno un conducente per veicolo, risultando insufficiente per garantire un servizio efficiente in molte zone.

Di fronte a questa crescente sfida, aziende come Girteka Transport stanno adottando misure proattive.

L’azienda lituana che ha sede a Vilnius, nella capitale, che opera sia in Europa che in Scandinavia, ha annunciato recentemente un piano per attrarre autisti professionali aprendo nuove sedi in Kazakistan e Kirghizistan.

Questo allargamento strategico delle operazioni, è stato progettato per mitigare la carenza di autisti, oltre a soddisfare le esigenze di quelli già presenti in queste regioni in modo rapido e trasparente.

Secondo Mindaugas Paulauskas, CEO di Girteka Transport, la carenza di autisti è diventata un problema globale che coinvolge non solo l’Europa, ma tutto il mondo.

Con approssimativamente 400-450 mila autisti professionali in meno solo in Europa, è essenziale trovare soluzioni. Il nuovo ufficio di Girteka in Kazakistan, ad esempio, mira a promuovere la professione di autista localmente, garantendo un processo di reclutamento trasparente e sicuro per tutti i candidati.

La collaborazione con nazioni al di fuori dell’UE, come Kazakistan e Kirghizistan, potrebbe rappresentare una soluzione pragmatica a questa crisi. Inoltre, le proposte avanzate dalla Commissione europea a marzo 2023, tra cui l’introduzione di una patente di guida digitale e la possibilità per i 17enni di apprendere la guida e il trasporto su camion, potrebbero essere passi cruciali per mitigare la carenza di autisti.

Le istituzioni e le autorità dell’UE devono riconsiderare le proprie strategie per affrontare questa emergenza, con azioni concertate volte a garantire la continuità del trasporto e della logistica nelle consegne.

È fondamentale agire con urgenza e lungimiranza per mantenere stabili le catene di approvvigionamento e l’economia europea, evitando conseguenze potenzialmente disastrose a livello globale.

Logistics4You comprende le sfide di questa crescente crisi.

Se la tua azienda sta già riscontrando queste problematiche, vuol dire che devi affidarti a un partner che ti offre supporto e delle soluzioni adeguate.

Questa crescente crisi della carenza di camionisti richiede un’azione tempestiva.

È importante considerare attentamente come questa situazione possa impattare direttamente sulla tua attività.

Se la catena di approvvigionamento è compromessa a causa della carenza di autisti, le consegne potrebbero subire ritardi significativi. Questo, a sua volta, potrebbe causare gravi conseguenze per la tua impresa, soprattutto se sei una PMI.

Ritardi nelle consegne potrebbero generare clienti insoddisfatti, mancati accordi contrattuali o persino penalizzazioni economiche, rappresentando sfide notevoli che possono mettere a rischio la solidità e la crescita del tuo business.

Solo affrontando con urgenza questa emergenza di mancanza di autisti, sarà possibile garantire la continuità delle operazioni logistiche e l’economia europea nel suo complesso.

Per avere maggiori informazioni o richiedere subito una Spedizione Espressa e Dedicata, clicca qui.

Seguici su Linkedin!