L’intelligenza artificiale aiuterà il settore logistica oppure sarà un ostacolo per le aziende che hanno la necessità di spedire i loro prodotti?

Unilever sta utilizzando l’intelligenza artificiale per velocizzare i processi di logistica e mettere il turbo alle vendite che sono aumentate del 35%.

È giusto o sbagliato avvalersi dell’intelligenza artificiale per ottimizzare i processi aziendali?

La maggior parte degli imprenditori a capo di piccole e medie imprese non si fida ancora al 100% dell’intelligenza artificiale.

I motivi di questa mancanza di fiducia sono diversi.

Ci sono imprenditori che preferiscono lavorare seguendo vecchi modus operandi che hanno appreso dai genitori, dai loro nonni o addirittura dai loro vecchi capi.

Poi, ci sono lavoratori autonomi maniaci del controllo, persone che non permetterebbero mai a una macchina di prendere delle decisioni al posto loro.

E infine ci sono imprenditori che sono preoccupati per la privacy della loro azienda e che non hanno nessuna intenzione di condividere i dati sensibili del loro business con software di intelligenza artificiale.

Nessuno ha il diritto di criticare queste persone. D’altronde, ognuno è libero di prendere le decisioni che vuole per la propria azienda.

Oltre a questi imprenditori però, ce ne sono altri che invece hanno spalancato le porte all’intelligenza artificiale.

Ad esempio, verso la metà del 2023, la multinazionale britannica Unilever ha deciso di incorporare nei propri stabilimenti una tecnologia di acquisizione delle immagini che si avvale delle principali funzioni dell’intelligenza artificiale.

In pratica, ha installato delle fotocamere all’interno di ben 50.000 congelatori di proprietà dei loro rivenditori.

Queste fotocamere permettono a Unilever di sapere in tempo reale qual è la quantità di prodotti presenti nei magazzini dei rivenditori e di avvisare questi ultimi nel caso in cui hanno bisogno di scorte.

Secondo i dati riportati dalla quinta azienda pubblica di beni di consumo, l’integrazione di questa tecnologia ha portato notevoli benefici.

Il numero di vendite di Unilever e quelle dei suoi rivenditori è aumentato del 35%.

Questo dato è stato molto apprezzato dai manager della multinazionale.

Infatti, Unilever installerà questa tecnologia con fotocamera connessa all’intelligenza artificiale anche nei distributori automatici presenti nei luoghi di lavoro, negli aeroporti, nelle stazioni ferroviarie e nei campus universitari.

Questo strumento permetterà all’azienda di monitorare sia il numero di vendite in tempo reale e sia di condurre delle indagini di mercato per capire quali sono i prodotti più apprezzati dai clienti.

Ovviamente, questo processo non può essere applicato da piccole e medio imprese. I costi di questa tecnologia sono altissimi e, in questo momento, sono sostenibili sono la Big Company o multinazionali come Unilever.

Cosa può fare un imprenditore a capo di una PMI per migliorare i processi di logistica e di vendita senza usare l’intelligenza artificiale e senza spendere centinaia di migliaia di euro?

La risposta a questa domanda è molto semplice: ogni imprenditori per migliorare i propri processi di logistica deve lavorare sull’organizzazione e sulla gestione del proprio magazzino e deve scegliere un partner in grado di supportarlo nella spedizione della merce.

Probabilmente, l’intelligenza artificiale e le tecnologie che ne derivano diventeranno degli strumenti di lavoro accessibili a tutti gli imprenditori nei prossimi 10 anni, ma non è questo il giorno.

In questo preciso momento, se vuoi davvero migliorare i processi di logistica della tua azienda, devi:

  1. implementare un sistema di gestione della supply chain. Devi avvalerti di un software di SCM che ti aiuta a gestire in maniera più efficiente le attività di approvvigionamento;
  2. migliorare la comunicazione del team di lavoro. Nella tua azienda i tuoi collaboratori devono poter comunicare in maniera trasparente e diretta tra di loro e con i fornitori con lo scopo di essere sempre aggiornati sui processi di logistica;
  3. avvalerti di fornitori seri e affidabili come noi di Logistics4You. Ogni spedizione deve essere effettuata nei tempi prestabiliti e senza che la merce venga rovinata o distrutta durante il trasporto;
  4. automatizzare i processi. Attraverso delle precise procedure aziendali è possibile ridurre il tempo di lavoro di ogni dipendente, rendere più semplici le sue mansioni e velocizzare i tempi di gestione del magazzino;
  5. monitorare costantemente i processi. La logistica è un settore in continua evoluzione e il tuo compito è quello di tenere sotto controllo i risultati di migliorare costantemente i processi della tua azienda.

Noi di Logistics4You siamo convinti che nel lungo periodo l’intelligenza artificiale porterà dei benefici nel nostro settore e, probabilmente, in un futuro non molto lontano, anche noi sfrutteremo per il bene dei nostri clienti queste nuove tecnologie.

Se vuoi leggere il Magazine della Logistica clicca qui.

Per avere maggiori informazioni o richiedere subito una Spedizione Espressa e Dedicata, clicca qui.

Seguici su Linkedin!