“L’esperto risponde” Hai anche tu un problema logistico che non sai come risolvere?

DOMANDA:

Gentile Direttore,

mi chiamo Luisa Tuccia e sono la CEO di un’azienda, fondata da mio padre nel 1991, che produce olio di oliva.

La mia piccola impresa si trova in provincia di Genova e vende principalmente bottiglie da 1,5 litri e lattine da 5 litri di olio, che vengono acquistate da ristoratori del posto.

Durante il periodo del Covid-19, mio padre ha lasciato l’azienda per motivi di salute.

Ho preso le redini di questa attività di famiglia e ho deciso di aprirmi al mondo del marketing online.

A inizio 2021, infatti, abbiamo creato il nostro primo sito internet, la pagina Facebook aziendale e anche un profilo su TikTok.

Ho assunto un social media manager e una ragazza esperta in campagne di marketing su Google e abbiamo iniziato a vendere i nostri prodotti anche online.

Per motivi strategici non vendiamo ai privati: preferiamo lavorare con aziende che operano nel mondo della ristorazione e che fanno grandi ordini.

In ogni caso, la presenza online ha generato una serie di risultati positivi.

In questo momento, oltre a vendere ai ristoratori liguri, vendiamo le nostre bottiglie e lattine di olio anche a ristoratori lombardi e piemontesi.

Inoltre, pubblicizzando il nostro brand online, siamo riusciti anche a essere menzionati da numerosi blog e riviste specializzate.

Il motivo per cui la scrivo è perché lo scorso mese sono stato contattato da un ristoratore svizzero che vorrebbe fare un ordine di 50 litri di olio.

Per me questa è una grande notizia, ma il problema è che non abbiamo mai spedito all’estero e, in particolare, in un Paese che non fa parte dell’Unione Europea.

Proprio per questo motivo le chiedo se riuscirebbe a darmi dei suggerimenti e dei consigli su come organizzare e preparare questa spedizione.

Sono sicura che le sue parole saranno di grande aiuto.

La ringrazio in anticipo per la risposta,

Luisa Tuccia

 

RISPOSTA:

Gentile Luisa,

innanzitutto, ti ringrazio per la domanda che mi hai posto.

Sono davvero felice di rispondere al tuo quesito.

Mi fa sempre piacere fornire consigli e suggerimenti sulle spedizioni a imprenditori italiani che vogliono vendere e far conoscere i loro prodotti all’estero.

Da ciò che hai scritto nella domanda ho percepito che non vedi l’ora di chiudere l’affare con questo ristoratore svizzero.

Immagino che per te, per la tua azienda e per i tuoi collaboratori far approdare il tuo prodotto in una nazione diversa dall’Italia sia un piccolo e prezioso traguardo.

Passiamo ai consigli.

Innanzitutto, devi tenere a mente che la Svizzera non fa parte dell’Unione Europea.

Per spedire in questa Nazione, senza incorrere in multe e blocchi doganali, devi attenerti alle seguenti normative e regole:

 

  • Devi compilare la dichiarazione doganale, indicando il contenuto e il valore del pacco.

 

Per la compilazione di questo documento, puoi chiedere aiuto al corriere a cui intendi affidarti. Inoltre, per avere maggiori informazioni sulla dichiarazione doganale, puoi visita il sito internet dell’Ufficio Federale e della Sicurezza dei Confini svizzero.

Attenzione: in base alla quantità e alla tipologia di prodotto, potrebbero essere applicate anche tasse e dazi doganali. Tieni a mente questa cosa e verificala con il tuo corriere prima di far partire la spedizione.

 

  • Devi essere in possesso di certificazioni e standard di qualità.

 

La Svizzera è molto attenta a queste informazioni.

Quindi, assicurati di specificare sulle etichette delle lattine e delle bottiglie: l’origine del tuo olio, la data di scadenza e la tipologia di olive utilizzate in fase di produzione.

 

  • Presta molta attenzione all’imballaggio dei tuoi prodotti. Se la spedizione viene fatta in camion o in treno, fai in modo che la tua merce sia posizionata in contenitori robusti e pieni di materiali assorbenti.

 

In questo modo terrai le tue bottiglie e le tue lattine piene di olio al sicuro da eventuali incidenti che possono verificarsi durante il trasporto.

 

  • Anche se sembra una cosa scontata: allega alla tua spedizione la fattura commerciale.

 

Purtroppo, in diverse occasioni, mi è capitato di lavorare con imprenditori che avevano di allegare questo documento che è di vitale importanza, specialmente quando si devono far passare dei prodotti attraverso la dogana.

Questi erano i miei suggerimenti.

Sono sicuro che la tua prima spedizione in Svizzera sarà un successone.

Ti auguro il meglio per la tua attività.

A presto,

 

FOTO-CRISTIAN-FIRMA-ARTICOLI-EDITORIALE

CRISTIAN FAZI

Fondatore e Direttore Italia Trasporti Espressi di Logistics4You

Per avere maggiori informazioni o richiedere subito una Spedizione Espressa e Dedicata, clicca qui.

Seguici su Linkedin!